Anatomia del processo amministrativo

Buy online

Il processo amministrativo, ogniqualvolta siano in esso coinvolte situazioni giuridiche definite da una norma comunitaria, è massivamente conformato al c.d. effetto utile dell’effetto diretto (effet utile). Da qui l’emersione dei due fondamentali principi (equivalenza ed effettività) che consentono ai giudici nazionali («giudici comunitari di diritto comune») di funzionalizzare le norme processuali nazionali all’effet utile delle norme UE, armonizzando in tal modo i diversi sistemi processuali degli Stati membri sotto la regia della Corte di giustizia, quantunque non uniformandoli.

Il volume indaga, dunque, sulle interazioni sollecitate dall’effet utile delle norme UE sul processo amministrativo, quando sia coinvolto in giudizio un atto amministrativo nazionale di amministrazione indiretta o di amministrazione intrecciata, quando cioè il procedimento amministrativo si svolga, quantomeno per un suo segmento, davanti a un organo della pubblica amministrazione nazionale funzionalmente operante nel perseguimento degli obiettivi comunitari ai fini della più efficace applicazione delle norme UE.

Nello specifico l’indagine coinvolge alcuni degli elementi critici del rapporto tra l’autonomia procedurale (specificamente processuale) e l’effetto utile dell’effetto diretto della norma UE: (1) la legittimazione ad agire; (2) il principio dispositivo; (3) l’inoppugnabilità del provvedimento amministrativo; (4) la relatività del giudicato; (5) l’autotutela decisoria; (6) la tutela cautelare; (7) le spese del giudizio; (8) la nomofilachia amministrativa.

Massimo Giavazzi

Lawyer at the bar of Bergamo. President of the Administrative Chamber of Eastern Lombardy. Adjunct Professor at the University of Milan